HomeFilosofia praticaIl trucco (non) magico che blocca la tua voglia di zuccheri e di dolce

Il trucco (non) magico che blocca la tua voglia di zuccheri e di dolce

Immagine Il trucco (non) magico che blocca la tua voglia di zuccheri e di dolce

Oggi voglio vincere la tua voglia di zuccheri e di dolci cominciando l’articolo con un antico precetto che giunge dal sol levante.

Difficilmente si conserva ciò che troppo abbonda (Mo Tzu).

Non ci crederai mai, ma voglio servirmi di questo insegnamento per farti smettere di mangiare quantità improponibili di biscotti e, in generale, di zucchero. Non sto scherzando, sono incredibilmente serio. Di anche tu basta alla tue voglie golose! 😀

Metodo #7: voglia di zuccheri

Ho inventato un piccolo trucchetto da poco. Lo sto applicando da qualche giorno e, almeno finora, ha funzionato alla perfezione. Spero possa funzionare anche per te. Nel caso fammelo sapere poi nei commenti.

Il diavolo nella voglia di zuccheri

Quale può essere la motivazione del mangiare meno dolci, biscotti e in generale tutto ciò che è fatto di zuccheri, se questi a me piacciono tanto? Sappiamo tutti che questi non sono degli alimenti salutari, e sappiamo anche che sono una delle maggiori cause di accumulo di grassi e, di conseguenza, malattie di vario genere. Non voglio mettere il singolo biscotto alla gogna, ma gli effetti a lungo termine sul nostro corpo si vedono dalla totalità di ciò che ingurgitiamo dalla mattina alla sera. Se non riusciamo a darci un freno, i dolci e lo zucchero in generale ci faranno vivere in modo euforico ma non soddisfacente.

Sono troppo drastico? Forse, ma questa rimane comunque una realtà che non si può più ignorare. La tua voglia di zuccheri è un indicatore importante. Ma, a chi non piacciono i dolci? Questi fragranti, croccanti, sfiziosi amichetti che rendono completamente assuefatti e dipendenti miliardi di persone. Pure adesso, alla scrittura di queste parole, sto salivando. Voglio un pacco di biscotti, al diavolo l’articolo!

Dopo una breve pausa biscotti

Eccomi di ritorno, dove eravamo rimasti? Ah sì, dicevamo. I dolci, protagonisti incontrastati delle nostre voglie, contengono un mix di ingredienti che, sommandosi tra loro, non aiutano di certo a mantenere uno stile di vita sano. Per farla breve, oltre ai già citati zuccheri, dobbiamo fare i conti con ogni tipo di grassi che possiamo immaginare. Non serve che sia io a ripeterti degli effetti di questi ingredienti sull’organismo.

Ma veniamo al punto. So che non te ne frega niente e che vuoi soltanto un pacco di pan di stelle, o un morbidoso e profumato biscottino alla farina di cocco… aah, questa voglia di zuccheri e di dolci irrefrenabile.

Come ti ho già detto, non voglio farti rinunciare alle tue voglie, ma solo farti smettere di essere il loro schiavo. Vediamo come fare. Non è niente di complicato, goloso amico. Sappiamo bene tutti e due che se cominci a mangiare qualcosa di sfizioso, come ad esempio dei biscotti, e tieni il pacchetto sempre a portata di mano, come minimo una buona metà sparirà in un baleno.

Un semplice trucco per grandi risultati

La soluzione, quindi, è prendere una quantità modesta di biscotti, chiudere la confezione e andarli a mangiare in un’altra stanza della casa, come ad esempio in camera o in salotto. Una volta finiti potrai soddisfare ancora la voglia e la dipendenza dal dolce. Potrai tornare al famoso armadio dei dolci, riaprire la confezione e prendere una quantità inferiore a quella di prima. Potrai ripetere più volte questo procedimento, ma sempre scalando il numero di biscotti, fino ad arrivare ad uno solamente. Ora sarà arrivato il momento di fermarsi.
Esemplificando numericamente direi che potresti seguire questa discesa:

  • 5 biscotti
  • poi 3
  • e infine 1
  • 4 biscotti
  • poi 3
  • poi 2
  • poi 1
  • 7 biscotti
  • poi 3
  • poi 2
  • poi 1.

Puoi decidere tu come ti va meglio, ma è consigliabile non cominciare con 15 biscotti, altrimenti tanto vale che ti mangi subito tutto il pacchetto. 😛 Scherzi a parte, prova e vedrai. So che è una banalità a cui poteva giungere persino un bambino, ma è una banalità che funziona. Quando siamo in balia delle nostre dipendenze diventiamo irrimediabilmente stupidi, e questo ci offusca anche le soluzioni più banali. La prossima volta che avrai voglia di zuccheri metti in atto questo piccolo stratagemma.

Difficilmente si conserva ciò che troppo abbonda

Ma perché ho voluto introdurre un argomento così leggero con una massima di Mo Tzu? Perché a me piace riportare nel quotidiano e nel concreto gli insegnamenti più saggi e che possono risultare astratti. Ma sono astratti solo perché è il singolo a ritenerli tali e a non farne tesoro nella propria pratica.

Difficilmente si conserva ciò che troppo abbonda. Se so di avere tre pacchi di biscotti mi strafogherò senza ritegno. Se invece ne ho solo uno sarò più moderato. Capisci? È per questo che il trucchetto funziona. All’inizio avrò solo 5 biscotti, non uno di più. Tuttavia mi concederò la possibilità di cedere. Poi ne avrò solo 3, e li gusterò come non mai. E ancora potrò cedere e concedermi un ultimo biscotto. Poi sarò soddisfatto, perché non mi sono forzato a resistere, ho ceduto due o tre volte e ho gustato maggiormente il cibo. Tutto questo non succede, ovviamente, se ho l’intero pacco a portata di mano. Quel che solitamente capita è che te ne mangi una quindicina e nemmeno ti accorgi di farlo.

E se vuoi dare un taglio definitivo alle tue voglie?

Quando cominci ad avere il controllo di te stesso può essere che tu prenda la decisione di darci un taglio definitivo, di chiudere la tua relazione complicata coi dolci e lo zucchero. In questo caso, ahimè, esiste soltanto una soluzione che promette tale meta. È indispensabile andare alla radice del problema, risolvere il grattacapo a monte, ossia al supermercato. Fino a quando il vostro armadio continuerà a dar riparo ai biscotti e a tutti i dolci possibili ed immaginabili, non riuscirai mai a liberarti dal pensiero di strafogarti. Potrai usare tutta la forza di volontà di cui disponi, ma prima o poi ti arrenderai all’irresistibile fragranza dei nostri protagonisti. L’unica alternativa è non comprarli, ma questo, a meno che non si viva da soli o con persone con gli stessi obiettivi, risulta complicato e genera contrasti.

Se invece vuoi che i dolci continuino a far parte della tua vita, ma non vuoi ridurti ad un tossicodipendente di cantuccini o croccanti pralinosi, prova con questo breve aiuto. Facci sapere come sarà andato questo esperimento, la prossima volta che ti verrà voglia di zuccheri e di dolci.

FINALMENTE È ARRIVATO

Se non ti piace leggere da Pc o smartphone è pronto l’ebook del Project Excape. Se lo desideri puoi sostenere il progetto leggendo in modo ordinato e cronologico gli articoli più significativi, come se fosse un libro.
Scopri l'ebook

In tutte le librerie digitali come Amazon, Kobo, IBS ecc.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *