HomeFilosofia praticaLa tecnica definitiva che annulla la pigrizia mentale

La tecnica definitiva che annulla la pigrizia mentale

Immagine La tecnica definitiva che annulla la pigrizia mentale

Oggi ti spiego una strategia tanto semplice quanto efficace. Riguarda i contesti in cui la voglia di compiere qualsiasi compito è al minimo. Si rivolge a quei momenti in cui devi assolutamente portare a termine un lavoro ma manca la spinta energetica, la tua mente è assonnata e il tuo corpo desidera soltanto appoggiarsi al divano. Li conosci molto bene questi momenti di completa pigrizia mentale, vero?

Queste battaglie giornaliere capitano spesso nella vita delle persone, ed è proprio perché vissute come battaglie con se stessi che raramente riusciamo a soddisfare il compito da svolgere. Anche quando ci riusciamo dobbiamo forzarci. Questo sforzo però va a compromettere la qualità del lavoro che intendiamo svolgere. Non sempre è così, ma succede sovente.

Metodo #6: pigrizia mentale

Ho usato la tecnica proprio per scrivere ciò che stai leggendo

Sai, non avevo assolutamente voglia di mettermi a scrivere ciò che stai leggendo. Avevo intenzione di scrivere un articolo che riguardava un argomento molto delicato, ma ogni tipo di evento distraeva facilmente la mia attenzione. Muovevo il corpo al ritmo della musica, vedevo i raggi del sole e li cercavo con la pelle e con lo sguardo. Uscivo, cercavo la luce e qualcuno con cui scambiare due parole, ritornavo al chiuso e la mia mente era attratta da alcuni dati sulla mia scrivania, così leggevo e pianificavo. Insomma, facevo tutto tranne che cominciare l’articolo. Poi mi sono detto basta. Prendo la palla al balzo, metto da parte la mia pigrizia mentale e uso questa strategia proprio per scrivere il post che la spiega. Ed eccoci qua. Mentre scrivo sto usando proprio la tecnica che stai per conoscere.

Non è niente di così arzigogolato amico, ma funziona, eccome se funziona. I risultati a cui può portare l’utilizzo di questo semplice espediente sono due:

  1. Dare avvio al compito e portarlo a termine.
  2. Dare avvio al lavoro e abbandonarlo dopo un lasso di tempo, per riprenderlo in seguito.

Comunque vada, che sia il primo o il secondo caso, al confronto del non fare nulla ci avrai di certo guadagnato. Avrai avuto la tua prima vittoria sulla pigrizia mentale.

La morale

La morale è cominciare ad assaporare i biscotti con la consapevolezza che ci si può strafogare con tutto il pacco, senza limiti. 🙂 Per accedere ad uno di questi due risultati devi soltanto cominciare a fare qualsiasi cosa con la consapevolezza che potrai tranquillamente smettere di farla appena vorrai. Sì, devi solo cominciare sapendo che puoi mollare anche subito, per tornartene a fare qualsiasi altra cosa tu desideri.

Articolo consigliato: Il trucco (non) magico che blocca la tua voglia di zucchero e di dolce.

Se devi fare il bucato ma vorresti stenderti a leggere un libro comincia con l’intento di smettere se lo vuoi. Puoi mollare, ma comincia. Se devi, come nel mio caso, scrivere un articolo, ma senti che la tua mente e la tua energia sia comparabile a quella di un bradipo ubriaco, non forzarti a scrivere, non agire controvoglia. Di a te stesso per il momento comincio col buttare giù due righe, poi se proprio non mi va smetto.

Questa tecnica fa si che venga conclusa la lotta con se stessi. Viene annullata quella fastidiosa battaglia del faccio, non faccio, dovrei fare, devo fare. Tutto questo inutile marasma viene disperso nell’azione.

Trasformare l’ostacolo della pigrizia mentale

L’esempio di questo scritto parla da sé. Vedevo l’argomento dell’articolo che volevo scrivere come un ostacolo insormontabile, come una montagna enorme coperta da ghiacciai che mai avrei voluto cominciare a scalare. Sbarrava il mio cammino, il mio desiderio di stendermi sul divano a sonnecchiare. Eppure ho cominciato a percorrere la montagna, ed essa si è trasformata. È divenuta meno acuminata e le rotondità delle verdi colline sono comparse magicamente. Danzavo sulle parole, un saltello alla volta, e senza accorgermene sono giunto sulla cima, ovvero alla fine di questo articolo. E pensare che non volevo scrivere nulla.

Non siamo grandi fan delle tecniche che promettono risultati miracolosi, anche se qualcuna si dimostra sorprendente, come (per me) in questo caso. Se vuoi estirpare completamente o quasi totalmente la stanchezza e la pigrizia dalla tua vita un atteggiamento da usarsi all’evenienza non basta. Tutto dipende dallo stile di vita che conduciamo, che sia fisico, mentale e anche spirituale. Tutto è connesso a ciò che ogni giorno facciamo. Pensieri, malattie, poca energia e pigrizia mentale. Il progetto non si ferma solo a piccole tecniche come molti fanno, dove queste sono per lo più scopiazzate dalla rete. Il Project Excape offre lo stile di vita Radice, un modo di vivere privo di sforzi ma ricco di risultati, tra cui l’annullamento della stanchezza incessante. Sia chiaro però, in questo caso non aspettarti risultati in due settimane.

FINALMENTE È ARRIVATO

Se non ti piace leggere da Pc o smartphone è pronto l’ebook del Project Excape. Se lo desideri puoi sostenere il progetto leggendo in modo ordinato e cronologico gli articoli più significativi, come se fosse un libro.
Scopri l'ebook

In tutte le librerie digitali come Amazon, Kobo, IBS ecc.

Tag:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *