HomeCreare la realtàIntrospettività: i due io del tuo io

Introspettività: i due io del tuo io

Introspettività: i due io del tuo io

Introspettività: i due io del tuo io fa parte della serie Gioca con la Realtà. Per realizzarla ci sono volute parecchie settimane di lavoro, senza includere gli anni di esperienza che abbiamo maturato per poterne parlare con cognizione di causa. Abbiamo deciso di renderla disponibile per chiunque tramite il Project Excape.

La legge di attrazione, almeno com’era stata divulgata al principio, descriveva una sorta di metodo, o di tecnica, che prometteva di farti raggiungere i tuoi desideri. In pratica, bastava solamente mettersi comodi e cominciare a immaginare il proprio obbiettivo come se fosse già raggiunto, senza preoccuparsi di tutti gli ostacoli che potevano presentarsi nella realtà. Per saperne di più ti lasciamo il link a Wikipedia: The Secret.

Capitolo 3 Legge di attrazione

Introspettività, che parola complessa. Che sarà mai questa introspettività? Vediamo di capirlo in questo articolo. Ricordi? Nel precedente articolo (Confusione mentale nell’approccio alla legge di attrazione) avevo parlato di desideri falsi e di desideri sinceri. Di come non sei tu a prendere le decisioni della tua vita, perché esse dipendono dall’ambiente in cui abiti. Pertanto si può tranquillamente concepire l’idea che la tua persona, come del resto la mia, sia formata da due strutture distinte ma coese al contempo.

A cosa mi sto riferendo? Alle due entità, o meglio ai due “io” che formano la totalità degli individui. L’uomo ha creato un sistema che trascende la natura, e per ritorno ha dovuto sviluppare un secondo io per poter sopravvivere al meglio all’interno di esso. Possono sembrare discorsi un po’ complessi, eppure non c’è niente di così astruso. Il primo io di ogni uomo prende vita al momento della nascita (o prima) ed è collegato al mondo naturale. Il secondo io invece prende anch’esso vita nella nascita, ma al contrario del primo non ha ancora nessun controllo sull’individuo. Col trascorrere degli anni, nel mondo umano, questo io crescerà velocemente e finirà per prendere le redini della persona.

L’io collegato alla natura e l’io collegato al mondo umano

Ricapitolando, in ognuno di noi è presente un io collegato al mondo naturale ed un io collegato al mondo umano. È facile comprendere che le nostre vere e più intime inclinazioni originano dal primo io, ossia quello connesso al mondo naturale.

Tutto questo per dire cosa? Quando ti metti a fantasticare e desideri qualcosa, molto probabilmente non si tratta dei tuoi veri desideri. È più facile che appartengano alla coscienza del sistema, che sfrutta prima l’ambiente e in seguito l’io da esso formato. Così ti vengono innestati obiettivi che credi tuoi. Vuoi un esempio?

Desidero trovare un lavoro stabile e duraturo, dove magari si guadagna anche bene. Mi sento solo, voglio trovare una persona che mi faccia sentire meno solo. Mi piacerebbe avere un lavoro ben pagato, sposarmi e metter su famiglia. Desidero con tutto me stesso comprarmi una bella villa.

Ecco, questi desideri nascono in prevalenza per conformarsi. Servono solamente ad accontentarsi del meglio del peggio. Scegliere a destra o a sinistra, come sempre ti è stato insegnato. Non che nel desiderare una famiglia ci sia qualcosa di sbagliato, ma perché dobbiamo desiderarlo, quando questo dovrebbe essere soltanto la quotidiana normalità?

Articolo consigliato: Super io, Es ed Io, come arrestare il proprio conflitto interiore.

L’introspettività serve a farti conoscere i tuoi veri desideri

Puoi praticare con costanza tutto ciò che leggerai nel corso di questi post, ma se non sai chi sei non combinerai nulla. Uno dei primi passi è un lavoro che riguarda una marcata introspettività. Potrai vedere i primi risultati in qualche giorno, ma più probabilmente in molti mesi. Dipenderà dal tuo grado di consapevolezza.

Per conoscere cosa realmente sei, devi navigare nei tuoi ricordi più lontani. L’introspettività nel titolo dell’articolo significa anche questo. È il bambino che eri a rivelarti chi sei. Quali erano i tuoi desideri d’infanzia?

Essere delle acclamate Rock Star, dei supereroi mascherati che saltavano da un tetto all’altro celati nella notte. Oppure degli inventori, o esploratori di luoghi esotici e inaccessibili. O ancora, prime ballerine, attrici, astronauti, archeologi. O magari semplicemente possedere un cavallo, un delfino o addirittura un unicorno.

Sogna in grande

Devi sempre sognare in grande, perché sono quelli i tuoi veri desideri. Perché agognare un lavoro sicuro quando puoi ottenere la mansione che ti è più affine? Quella che ti rende soddisfatto, e che magari è anche fautrice di ottimi compensi? Perché volere un compagno o una compagna dal bell’aspetto, quando puoi attrarre la tua anima gemella? Perché desiderare una villa enorme quando lo sconfinato mondo può essere la tua casa?

Anche se esiste la possibilità di raggiungere tutti gli scopi voluti, che siano quelli veri o falsi, per quest’ultimi il cammino è molto più difficoltoso. Inoltre, una volta raggiunti, non ti renderanno per niente gioioso.

Pensa perciò a quello che vuoi intimamente essere, perché è quello ciò che sei

Non darti limiti, siamo sempre noi stessi a creare gli ostacoli nel facile percorso che trasporta alla meta. È sempre la nostra mente conformata alla norma, alla cultura del luogo, che ci dice: quello non lo possiamo fare, per quello serve molto denaro, in quella situazione mi vergogno, quella cosa non dipende da me ecc. Invece, tutto dipende da te, perché se sai chi sei e quindi cosa vuoi, tutto sarà facile. Per saperlo, devi iniziare una introspezione continua con te stesso. Devi interrogarti ogni giorno, capire il senso delle tue azioni e, soprattutto, sentire quando quello che stai facendo non è perfettamente in linea con te stesso.

La vita del mondo naturale è facile

È la vita “normale” del mondo umano, come tutti la conosciamo, ad essere colma di complicazioni, triste e noiosa. Ricorda, se sai chi sei e vivi in base a questo, tutto si semplifica. Abbandonati a questa semplicità.

Se vuoi scoprire quali sono gli articoli legati a questo argomento, ti consiglio di leggere Perche la legge di attrazione non funziona? Troverai un’introduzione e l’elenco dei 9 articoli che abbiamo deciso di dedicare alla nostra personale rivisitazione della legge di attrazione.

VAI AL CAPITOLO 4

FINALMENTE È ARRIVATO

Se non ti piace leggere da Pc o smartphone è pronto l’ebook del Project Excape. Se lo desideri puoi sostenere il progetto leggendo in modo ordinato e cronologico gli articoli più significativi, come se fosse un libro.
Scopri l'ebook

In tutte le librerie digitali come Amazon, Kobo, IBS ecc.

1 commento su “Introspettività: i due io del tuo io”

  1. Ciao Andrea, ti ho scritto anche un altro commento, ma penso tu sia impegnato 😋..
    Ecco.. riguardo invece questo post.. e quando sono anni che cerchi di ricordare cosa volevi da bambino ma non hai risposte?
    Ho un po’ di dubbi su tutto 😥… Non so se mi sti innamorando o sia solo un bisogno/dipendenza, non so cosa voglio fare “da grande” ( ho quasi 40 anni) le giornate passano e molte mi sembra di buttarle via ma non avrei saputo fare di meglio perché… non ho idea di che fare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *