HomeL'angolo ecletticoL’unico modo per acquisire il coraggio di cambiare

L’unico modo per acquisire il coraggio di cambiare

Immagine “L'unico modo per acquisire il coraggio di cambiare”

Le persone hanno paura del cambiamento. Non hanno il coraggio di cambiare e nessun interesse a sondare l’ignoto. Ciò che ho appena scritto è vero, ma non del tutto. Le verità umane non rappresentano la totalità della verità assoluta. Queste dipendono sempre dal punto di vista dell’osservatore.

Il coraggio di cambiare e la paura del cambiamento

Paura del cambiamento

Non ti decidi in questo o in quello perché hai paura del cambiamento. Ti lamenti ma non fai nulla perché non hai il coraggio di cambiare. A me queste affermazioni suonano strane. Viviamo nell’epoca in cui tutto cambia così velocemente. Da ciò che sappiamo e che ci hanno detto, questo periodo storico è da considerarsi il più estremo, se prendiamo in causa la velocità dei mutamenti. Questa è l’era dell’usa e getta. Oggetti, cibo, mansioni lavorative, relazioni ed emozioni… Tutto ha breve scadenza.

Questa cosa del cambiamento mi sta dando filo da torcere, perché analizzando me stesso e gli altri risulta essere vera. È vero che risiede in noi del timore, connesso al perdere la propria situazione più che a ritrovarsi in situazioni ignote. Abbiamo costruito una vita fino a questo momento, e anche se magari non ci piace, temiamo di perdere ciò che abbiamo ammassato. Sia chiaro, questo non è il mio caso. La mia vita mi piace, ma certe volte percepisco qualche piccola paura di perdere questo o quello, o che cambi qualcosa a cui tengo. Passa poco e subito mi accorgo dell’immensa gioia che dona l’imprevedibilità della vita. La sua varietà e molteplicità.

Tornando al discorso principale. Se oggi le persone hanno paura del cambiamento allora mezzo secolo fa dovevano averne un vero e proprio terrore. La vita dei nostri nonni tutto sommato era monotona, molto meno ricca di stimoli, anche se spesso ci raccontano o ci raccontavano che era più felice.

Non è che forse, più che paura del cambiamento c’è troppo attaccamento a ciò che si pensa di essere e a ciò che si crede di aver fatto nella vita?

Il coraggio di cambiare

Qualche mese fa ho assistito alla presentazione del libro di una persona che noi del Project Excape riteniamo di valore. Una persona che ha avuto il coraggio di cambiare. Se te la sei persa qui puoi trovare lintervista che gli abbiamo dedicato.

Parlo di Francesco Grandis, l’autore del libro Sulla strada giusta. In breve, Francesco ha semplicemente raccontato la sua esperienza, di come abbia mollato il lavoro della sua vita (quello per cui aveva studiato e focalizzato le energie) per viaggiare con lo scopo di trovare quello che veramente cercava. Morale della favola, dopo alcuni anni di avventure e scoperte (di se stesso e del mondo) ha compreso e attuato quello che da sempre sapeva, senza esserne cosciente. Come ognuno di noi d’altronde.

Dove voglio arrivare? Molte persone a lui vicine gli dissero che avrebbero voluto avere il suo coraggio. Quel coraggio tanto famoso per poter cambiare e partire. È probabile che rimarrai spiazzato dalla risposta che Francesco dedicò ad ogni singola persona che gli disse quelle parole. Lui non aveva avuto nessun coraggio. Citandolo testualmente io non ho avuto coraggio, io ho avuto una gran paura, una gran paura di fare quella vita per tutta la mia intera vita. Svegliati, lavora, mangia, dormi, ripeti.

Alle persone non manca il coraggio di cambiare. Si sono seduti comodamente sul divano, e pare che vada bene così. Anche se tutto sommato conduci una vita noiosa, priva di stimoli, nell’apatia, nella sonnolenza, va bene così. Meglio accontentarsi, potrebbe sempre andare peggio. Le persone non vogliono entrare in contatto con quella gran paura raccontata da Francesco, ma è quella che potrebbe produrre un cambiamento e aumentare la qualità della loro vita. Altro che coraggio. Nessuno ha più coraggio o volontà degli altri. È una questione di consapevolezza e, come spesso affermiamo, di stato d’animo, ossia del livello di energia vitale posseduta.

Siamo seduti e non abbiamo la forza di alzarci

Non è dunque la paura del cambiamento a far rimanere molti individui nella loro palude, grigia e triste. È la mancanza di energia che lo stile di vita odierno ci nega. Le azioni escono facilmente quando lo stato d’animo è alto, ossia attivo, gioioso, voglioso di scoperta, ed esso è direttamente alimentato dall’energia vitale. C’è poco da dire. Anzi ce n’è tanto, e lo abbiamo già ampiamente fatto nella spiegazione dello stile di vita Radice.

Se anche tu credi che il coraggio di cambiare in una società che cambia dall’oggi al domani sia la soluzione allora forse ti stai illudendo. Non nego che tu possa anche avere ragione, ma l’osservazione pare rivelare qualcosa di diverso.

Cos’è realmente l’ego? Finiamola di bastonarlo. L’eterno ritorno dell’uguale: come Nietzsche può salvarti la vita. E Che cos’è la libertà e come aumentarla oggi.

FINALMENTE È ARRIVATO

Se non ti piace leggere da Pc o smartphone è pronto l’ebook del Project Excape. Se lo desideri puoi sostenere il progetto leggendo in modo ordinato e cronologico gli articoli più significativi, come se fosse un libro.
Scopri l'ebook

In tutte le librerie digitali come Amazon, Kobo, IBS ecc.

6 commenti su “L’unico modo per acquisire il coraggio di cambiare”

  1. Come non essere d’accordo con te e con Francesco, di cui seguo il blog? E’ sicuramente vero che abbiamo paura di cambiare, perché crediamo di esserci costruiti mattone su mattone, e da una costruzione di mattoni non ti aspetti certo una grande elasticità; ma se solo vedessimo con chiarezza cosa significa una vita “ferma”, le nostre priorità cambierebbero e faremmo scelte diverse. Lo dico prima di tutto per me stessa: sono la cautela personificata nella vita pratica, se non in quella mentale-spirituale. Pensare serve a capire e ad agire. Se non svolge l’ultima funzione, è come la ruota del criceto. 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *