HomeRapporti interpersonaliCosa significa amare una persona? I rapporti complicati di oggi

Cosa significa amare una persona? I rapporti complicati di oggi

Immagine Cosa significa amare una persona? I rapporti complicati di oggi

Cosa significa amare una persona? Non voglio abbracciare la vastità dell’argomento “amore” ma concentrarmi più sullo specifico, sulla relazione amorosa tra due esseri umani. Se sei interessato all’amore da un un punto di vista più universale ne ho parlato in altri articoli, tra cui: Che cos’è l’amore vero? Tutto è uno, ma anche no e Come combattere la solitudine? Sposa il mondo.

L’importanza dei rapporti umani

Nel corso evolutivo di questo progetto abbiamo accresciuto i nostri contenuti sulla tematica delle relazioni tra le persone poiché viene considerata centrale rispetto alla felicità. Ancora molti credono che una persona possa renderci felici. Quando non la trovano o dopo aver subito le solite batoste amorose, il rischio diventa quello di andare verso una visione della vita cinica o in direzione di mete spirituali distorte, utili solo a lenire i propri dolori, o ancora rifugiarsi stili di vita eremitici e misantropi, dove l’altro è soltanto un problema o un pericolo.

La relazione amorosa non può essere causa della felicità, perché come abbiamo visto in numerosi articoli, la felicità non ha causa. Non possiede causa, è la normale conseguenza dell’essere vivi. Più diventiamo morti, più la felicità svanisce; diventare morti non significa invecchiare.

Una relazione amorosa non può creare la felicità, ma può accrescere la gioia quando essa è già presente in noi. Forse si tratta dell’esperienza che ci riesce meglio, ma non si tratta di felicità. Questo è uno dei motivi del perché abbiamo deciso di dedicare sempre più spazio a questo tipo di contenuti.

Dov’è finito il nucleo dell’amore, il suo cuore pulsante?

L’amore tra due esseri viventi, o in questo caso, tra due esseri umani, dovrebbe essere uno degli eventi più normali, semplici e numerosi. Dovrebbe essere presente nella vita di ognuno come un fatto normalissimo e con costanza. Quante complicazioni, però, abbiamo affibbiato nel corso dei secoli a questo tipo di rapporto? Pensiamo alle gelosie, ai divieti,  alla non libertà di poter essere ciò che si è, mascheramenti, dipendenze, forzature…

Oggi ogni ambito ha metaforicamente raggiunto il cielo, per mezzo di torri che, stratificazione dopo stratificazione, hanno accumulato i comportamenti più illogici. L’amore non è riuscito a scamparla, poiché questo aspetto della vita così puro e semplice è stato nascosto da un numero così folto di maschere che sembra essere diventato un eccezione. Un amore semplice e sano pare esser cosa rara. Ci domandiamo del significato dell’amore o cosa significa amare un’altra persona perché anch’esso è divenuto difficilmente riconoscibile, complicato da definire.

Si litiga perché il compagno ha messo un like su facebook a un’altra ragazza, o per l’acquisto di un profumo diverso, il quale aizza l’investigatore che c’è in noi. Potrei ora srotolare una carrellata di esempi simili, ma desidero focalizzarmi su altro.

Cosa significa amare una persona - Amore

In principio era l’amore

In principio amiamo. Da bambini amavamo gli altri, era uno stato frequente dell’essere. Amavamo i genitori, i nostri parenti, gli amici… Poi, a un certo punto della vita, abbiamo imparato ad amare dagli altri, per imitazione, ci siamo istruiti copiando le persone più adulte, e lì è crollato tutto.

Abbiamo cominciato a incollare una serie infinita di complicazioni a questo atto così semplice e peculiare che l’abbiamo ucciso. Forse non proprio del tutto, ma più cresciamo e meno ci innamoriamo.

La fase iniziale delle relazioni poi, per quanto può essere la più emozionante è anche la più complicata. Quante paranoie, quante costruzioni di castelli che non esistono nella realtà?

[div style=”border” margin-bottom=”27″/]

Non devo cadere anche questa volta, non devo innamorarmi, non voglio soffrire come l’ultima volta.
Io gli ho scritto però lui non mi ha ancora risposto. Chissà cosa sta pensando, forse non sono all’altezza? Non gli frega niente di me.
Dovrei dimagrire, non ho un fisico decente.
Vive ancora con sua madre, voglio convivere ora.
Dovrò comprare una casa, ma non ho soldi.
Questo rapporto toglierà del tempo alla mia carriera.
Chissà se vuole figli? Io non sono ancora pronto.
Sembra saperci fare a letto, sarò all’altezza?
Devo impersonare il playboy in modo da impressionarla.
Devo essere una ragazza seria, con sani principi e senza grilli per la testa, altrimenti penserà che sono una zoccola.

[div style=”border” margin-bottom=”27″/]

È forse questo il significato dell’amore?

Perché tutte queste complicanze? Perché non cominciare a trascorrere del tempo assieme senza nessun tipo di pressione, senza dover rispettare nessun tipo di ruolo, dal maschio alfa alla donna che deve sedurre? Dall’uomo che non deve chiedere mai e fa finta che non gliene freghi nulla della nuova conoscenza, alla donna identificata soltanto nell’aspetto standardizzato del suo corpo o che non deve troppo spaventare il maschio per via di un’emancipazione a cui pochi si sono abituati?

La stratificazione culturale

Queste, e molte altre, sono tutte complicazioni che derivano dal bagaglio culturale che ci definisce come persona, ma che ci limita nel momento in cui ci identifichiamo in questa personalità. Siamo tutti mogli di un marito violento, eppure continuiamo a restargli accanto. Nel profondo lo odiamo ma non osiamo disobbedirgli. Ora, devo anche dipanare la metafora per rivelarvi chi è il marito?

Mi riferisco chiaramente al sistema in cui viviamo. Utilizza carota e bastone in modo molto saggio, dove anche la natura della carota è, in fondo, non così benefica. Siamo i suoi piccoli figli, e viviamo come esso ci ha istruito. Ci domandiamo cosa significa amare una persona perché amiamo in modo artificioso, costruito, insincero. Le istruzioni del sistema sono utili al suo sostentamento, non certo alla felicità del singolo, perciò, per quanto riguarda l’individuo, si tratterà di informazioni distorte. Penseremo come ci ha insegnato, parleremo come ci ha insegnato, agiremo come ci ha insegnato, ameremo nel modo suo e non nel modo nostro.

[thrive_lead_lock id=’7316′]Hidden Content[/thrive_lead_lock]

Per capire chi si è veramente dobbiamo renderci conto che i processi di pensiero della mente sono stati formati dalla nostra cultura. Se non siamo felici è perché la società in cui viviamo è basata sull’infelicità e sui possibili rimedi da vendere. Ma non esistono rimedi, è necessario sapere di cosa si sta parlando.

[quote author=”Andrea Di Lauro”]Se solo riuscissimo ad andare oltre lo scalino della normalità, oltre il filtro con cui concepiamo le cose, la vita… Oltre l’incantesimo della nostra cultura, allora potremmo ottenere tutto quello che cerchiamo: felicità, amore vero, libertà, verità, pace…[/quote]

Ancora non hai capito cosa significa amare una persona? Ci arriviamo

Si tratta di una recita appresa ed eseguita per convenienza. Che si tratti di un vantaggio emozionale, sessuale, materiale ecc. L’atto puro del volere bene a un altro essere è divenuto cosa diversa, costruita da strutture che si accavallano una sopra l’altra, in modo da giungere così lontani dal vero centro pulsante, che difficilmente sappiamo cosa sia ancora l’amore. Più recitiamo nella vita, più l’amore sarà una recita.

Quante volte ci siamo innamorati da bambini, da adolescenti? Quegli amori non erano di certo meno autentici per la mancanza della componente sessuale, che può essere un enorme espressione dell’amore ma anche un distruttore se vissuto in modo inumano.

Una possibile soluzione

Voglio essere sincero, mentre sto scrivendo queste stesse righe non so dove sto andando, non conosco la soluzione a ciò che hai letto finora. Voglio concludere questo post facendo un piccolo viaggio assieme a te. Prima ancora di chiederci cosa significa amare una persona, o per giungere a una possibile risposta di questa domanda, voglio servirmi di altre domande.

Si può amare un’amica o un amico? Il sentimento che proviamo per lei o per lui è forse cambiato quando lo definiamo amore? Non è che questa definizione (amico) ci confonde le idee riguardo al sentimento d’amore? Quali sono gli aspetti diversi nella vita di due amici e di una coppia?

Chiariamo alcuni di questi concetti con un esempio. Mettiamo che Martina e Vincenzo siano due amici che convivono assieme. Si conoscono ormai da tre anni, e vanno molto d’accordo. Hanno molte cose in comune, le notti tardano nel parlare o nel giocare assieme. Si raccontano praticamente ogni cosa, anche delle loro avventure amorose.

In un secondo possibile caso, Martina e Vincenzo sono una coppia di fidanzati che convivono assieme da tre anni. Lavorano, si prendono cura della casa, qualche volta litigano, e fanno sesso più o meno regolarmente una volta a settimana nel weekend. A Vincenzo piace giocare ai videogiochi, mentre a Martina piacciono i romanzi a sfondo erotico o sentimentale. Lei progetta da mesi di avere un figlio, perché percepisce un vuoto che sicuramente verrà colmato dalla presenza di un bambino. Lui sogna di diventare il capo del suo reparto perché è intenzionato a conquistare l’auto che da qualche mese lo ossessiona in modo costante.

Secondo te qual è la coppia che si ama in modo più sincero? Lo so, questo è solo un esempio di fantasia, ma può rispecchiare persino nel dettaglio un tipo di rapporto che esiste nella realtà. Anzi, forse può addirittura rappresentare milioni di casi molto simili. Non è che ci hanno insegnato che si può amare veramente una persona solo dopo aver fatto sesso con lei? Non sono conclusioni, attenzione, sono domande per te, ma anche per me.

Giungere al cuore pulsante e sincero del sentimento

Secondo me questa è una forma molto ristretta di concepire l’amore tra due esseri umani, la quale, invece, può esprimersi in modi così eterogenei e infiniti. Cosa significa amare una persona? Per prima cosa accorgerci che esiste, che è viva, che è molto più simile a me di quello che credo. Al suo interno ha sogni e paure che sono con tutta probabilità uguali alle mie. L’altro è uno specchio, e noi siamo da specchio all’altro. Prima di dare avvio ai nostri schemi automatici appresi dal sistema moderno, che ci ha istruito al guadagno per sopravvivere, dobbiamo accorgerci di quanto abbiamo da regalare. Amare è regalare se stessi all’altro, che si tratti di parlare, giocare assieme, lavorare o fare del sesso. Questo però, solo se fatto perché lo desideriamo all’infuori di un possibile guadagno. Amiamo l’altro quando vogliamo stargli accanto, e non perché ci fa stare bene, ma perché, quando siamo assieme, la nostra realtà cambia. Diventa diversa, ma non meno piacevole di quando siamo da soli. Forse ci piace di più per la sua diversità, per l’euforia del nuovo.

[alert]Articolo consigliato: Che cos’è l’amore in psicologia? Tra ego, sesso e condivisione.[/alert]

Il cartello non è la strada, ma può indicare la strada giusta

Secondo la mia opinione, la strada per una amore sano dovrebbe passare dall’amicizia, ma questo non deve essere un percorso meccanico e prestabilito che io voglio dare. Non intendo dire che prima bisogna definirsi: conoscenti, poi amici, magari trombamici, e poi coppia di fatto. Sto dicendo che è necessario essere complici di una stessa visione della vita, bisogna condividere le esperienze con semplicità e sincerità, senza recita, in modo da conoscersi sempre più. Se poi questo rapporto viene potenziato da una sana componente sessuale meglio ancora, forse ci si può spingere in un lato diverso dello stare assieme, ma non per questo, necessariamente si può dire di amarsi di più o di meno.

[quote author=”Nietzsche”]Non soltanto a procreare ma a creare più in alto; a ciò, fratelli, vi aiuti il giardino del matrimonio.[/quote]

Se in futuro si decidesse di metter su famiglia, ben venga. Dicono che non c’è cosa più grande dell’amore per i figli, ma questo è un altro discorso. Credo di aver chiarito alcune delle domande precedenti, in primis a me stesso. Diciamo che conoscevo ciò che ho scritto in queste ultimo righe, ma avevo bisogno di chiarirlo all’esterno. Se questa chiarificazione è stata utile anche al lettore, posso solo che essere ancora più contento.

Qual è la tua risposta in merito? Ne possiedi una e  la vuoi esprimere? Cosa significa amare una persona?

[alert]Come essere sempre felici? È veramente facile, a patto che…, L’indipendenza emotiva non è fuggire verso una vita solitaria ma… e Come essere felici da soli, anche se siamo animali sociali.[/alert]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *