HomeCreare la realtàControllare la mente: visualizzare con i 5 sensi e i piccoli obbiettivi

Controllare la mente: visualizzare con i 5 sensi e i piccoli obbiettivi

Immagine Controllare la mente, i 5 sensi e i piccoli obbiettivi

Controllare la mente: visualizzare con i 5 sensi e i piccoli obbiettivi fa parte della serie Gioca con la Realtà. Per realizzarla ci sono volute parecchie settimane di lavoro, senza includere gli anni di esperienza che abbiamo maturato per poterne parlare con cognizione di causa. Abbiamo deciso di renderla disponibile per chiunque tramite il Project Excape.

La legge di attrazione, almeno com’era stata divulgata al principio, descriveva una sorta di metodo, o di tecnica, che prometteva di farti raggiungere i tuoi desideri. In pratica, bastava solamente mettersi comodi e cominciare a immaginare il proprio obbiettivo come se fosse già raggiunto, senza preoccuparsi di tutti gli ostacoli che potevano presentarsi nella realtà. Per saperne di più ti lasciamo il link a Wikipedia: The Secret.

Capitolo 8 Legge di attrazione

Hai mai sentito parlare delle tecniche di visualizzazione che utilizzano tutti i 5 sensi? Questa non è un’argomentazione nuova nel settore, però è un atteggiamento di cui ci si dimentica in fretta. Abbiamo preso coscienza che in realtà non siamo noi a controllare la mente, ma sono i desideri dell’ambiente a farlo. Se controllare la mente propria risulta difficile visualizzando solo col senso della vista, figuriamoci poi quando dobbiamo farlo con gli altri sensi (per poi unirli assieme).

L’incapacità immaginativa della popolazione deriva quasi totalmente dal proprio stile di vita. In particolare, come hai già potuto leggere in questo spazio dedicato alla legge di attrazione, è causata dai tre grandi ostacoli (se te li sei persi recuperali da Mancanza di forze: la causa primaria dell’incapacità di plasmare la realtà, La marionettista: riprogrammare l’inconscio e Come riprogrammare l’inconscio: cambiare vita). È lì che bisogna focalizzarsi concretamente. Le visualizzazioni, per grado d’importanza, vengono dopo. Ciò non vieta di migliorare ulteriormente, si possono affinare le tecniche, ma prima bisogna essere in grado di utilizzarle, senza che siano loro a utilizzarti. Voglio aggiungere perciò altre frecce al tuo arco.

Allenati correttamente per imparare a controllare la mente

Senza allungare inutilmente il brodo ti consiglio, prima di cominciare con le visualizzazioni riguardanti i tuoi desideri più importanti, di allenare la tua mente per tornare a controllarla in modo consapevole. Questo lavoro va fatto utilizzando tutti i 5 sensi. La prossima volta che userai le visualizzazioni ti dedicherai all’olfatto, al tatto, poi all’udito e via dicendo. Ma ricorda, questi sono esercizi che andrebbero attuati solo quando riesci a immaginarti da dentro, come nella realtà, e non da fuori come in un film. Ricordi? Non è comunque deleterio esercitarsi anche se si è all’inizio del percorso, sempre che si possieda molto tempo da spendere.

Utilizza tutti i 5 sensi

È inutile servirsi soltanto della vista o al massimo di qualche sprazzo di udito. Questo è un automatismo mentale che origina dalla programmazione che gli schermi hanno installato in tutti noi. Nella vita vera la realtà viene recepita da tutti i 5 sensi.

Se non eri a conoscenza di questa caratteristica dei 5 sensi ora disponi di una freccia in più. Se, al contrario, la conoscevi già, ora sai perché in passato (probabilmente) hai desistito. Come ho già detto, questo è un argomento di cui ci si dimentica in fretta. I motivi sono due: il primo è perché non funziona senza prima vedersi da dentro e, in assenza di risultati, ci si arrende facilmente; il secondo è perché le abitudini e gli automatismi passati ritornano e riprendono il controllo facilmente, specialmente quando si torna in quello stato di apatia celatamente prodigato dal sistema.

Le limitazioni dei precedenti modelli mentali sono costantemente in agguato. Sii sempre consapevole dei tuoi pensieri.

Sei arrivato fino a questo punto di questo percorso scritto? Ottimo. Poco più avanti ti fornirò un’ennesima freccia da poter scoccare.

Alcuni anni addietro, nel periodo in cui decisi di sperimentare la legge in questione, fui sorpreso nel constatare la semplicità di esecuzione di tale concetto.

“Vediamo se questa fantasticheria funziona veramente” pensai. Così cominciai con le prime visualizzazioni e immaginazioni. Ricordo che era un periodo alquanto tranquillo, perché ero io ad essere tranquillo e rilassato. Grazie a questo le visualizzazioni affioravano senza coercizione alcuna, spinte dall’oggetto desiderato. Non pensare a chissà cosa, non miravo certo alla Ferrari né alla donna della mia vita. Tutt’altro, la mia strategia era diversa.

Inizia a fare esperienza con piccoli obbiettivi

Dovevo provare la veridicità della legge di attrazione e, quindi, pensai di fare esperienza con un piccolo obbiettivo. Ma attenzione, anche se piccolo lo dovete comunque volere. Lo dovete desiderare veramente, anche se non si tratta di una cosa che vi cambierà la vita.

Il mio consiglio, dunque, è quello di cominciare con obbiettivi minori. Questo lo si fa non tanto perché forse sono più semplici da conseguire, quanto per farti acquisire sicurezza. È un atteggiamento che comincia proprio a riprogrammare il tuo inconscio, innestando in te la convinzione che questa legge esiste e funziona. Sì, perché se riesci facilmente a prenderti ciò che vuoi, sarà quello stesso risultato a rimescolare le tue credenze sulla vita e sul funzionamento della realtà e della tua mente. Controllare la mente diventerà ogni giorno più facile.

Credo che farai buon uso di queste frecce. Non vedo l’ora di sapere come procede la tua esperienza con la legge di attrazione. Scrivi pure nei commenti i risultati che hai raggiunto o gli impedimenti che hanno o che stanno rallentano il tuo percorso. Non esitare! Facci sapere le tue prime impressioni, le tue ricerche, le tue domande, i successi e gli errori!

VAI AL CAPITOLO 9

FINALMENTE È ARRIVATO

Se non ti piace leggere da Pc o smartphone è pronto l’ebook del Project Excape. Se lo desideri puoi sostenere il progetto leggendo in modo ordinato e cronologico gli articoli più significativi, come se fosse un libro.
Scopri l'ebook

In tutte le librerie digitali come Amazon, Kobo, IBS ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *