HomeRapporti interpersonaliCome risolvere i problemi di coppia: i 10 comandamenti

Come risolvere i problemi di coppia: i 10 comandamenti

Immagine Come risolvere i problemi di coppia: i 10 comandamenti

I problemi fanno bene alle coppie, perché aiutano a crescere. È normale che ci siano delle divergenze in una coppia. Bisogna venirsi incontro e accettare l’altro. A volte bisogna far buon viso a cattivo gioco. Bisogna saper accettare i difetti dell’altro. Stai ancora leggendo questo mucchio di cagate e luoghi comuni? Se vuoi capire veramente come risolvere i problemi di coppia che hai o hai avuto, ti consiglio di lasciar perdere i classici consigli e iniziare ad ascoltare te stesso. Io cercherò di aiutarti fornendoti le 10 regole che io stesso seguo per mantenere una relazione sana e duratura.

Questi 10 comandamenti li ho elaborati in questi ultimi anni attraverso la mia esperienza diretta e quella di persone a me (più o meno) vicine. Magari a fine articolo mi farai sapere cosa ne pensi e se le integreresti con altre. Mini appunto: anche io faccio fatica a mantenerle sempre, ma non è questa la cosa più importante. Ciò che conta è conoscerle per saper riconoscere al volo quando sbaglierai in futuro. Perché sbaglierai. 😉

Il mio personale punto di vista sulle relazioni amorose

Prima di iniziare voglio darti la mia visione sulle relazioni tra uomo e donna. Se da ragazzino mi sembrava normale fidanzarmi e mettermi assieme, crescendo mi sono posto un sacco di domande a riguardo. Le mie credenze sono sempre in divenire, ma il pensiero di ora rimane comunque ormai abbastanza ben formato. Perché le persone devono necessariamente legarsi a qualcun altro (e uno solamente) per vivere una relazione esclusiva? Perché devo appartenere ad una persona e lei di conseguenza appartenere a me? Da dove nasce la gelosia? Se sento che una persona mi ama per quello che sono, perché non accetto che questa possa amare (e/o scopare) con qualcun altro?

Lo so, sembrano domande di uno sclerato mentale, ma dietro nascondono della logica. La risposta, dal mio punto di vista, è una solamente. È la società che ci ha imposto questa visione della vita. Ormai ci hanno così convinti che crediamo che questa sia l’unica soluzione possibile. In più, sempre per colpa del sistema in cui viviamo, abbiamo una fottuta paura di stare soli. Come se non bastasse, l’atto sessuale è diventato qualcosa da censurare. La donna è troia se scopa troppo, l’uomo è sfigato se scopa poco. Morale della favola, trovatevi un compagno il prima possibile, e uno solamente, non serve neanche dirlo. Accoppiatevi tra di voi, vivete in simbiosi e rintanatevi nel vostro piccolo mondo. Così non sarete soli, avrete la scopata garantita e non sarete delle poco di buono. That’s all folks.

Poi, cercate su internet come risolvere i problemi di coppia che sicuro come la morte arriveranno. E i porno, ma quelli li cerchereste comunque. 😛 Il mio personale punto di vista sulle relazioni? Credo che avere amicizie femminili o maschili sia importante. Credo che si possa far sesso anche senza avere una relazione fissa. Credo che, o trovo la tipa della vita, con cui possa rispettare alla lettere i 10 comandamenti qui sotto, senza difficoltà alcuna, oppure sto bene anche da solo. Credo che io sia il centro del mondo, che mi completi da me e che non ci sia nessun altro che possa farlo. Credo che tutte le persone che mi circondano le ho scelte io per la mia crescita personale e spirituale, non certo per sopperire a delle mie mancanze. Ti sembra tutto così illogico?

Perché esistono i problemi di coppia?

Se hai seguito il mio ragionamento è probabile che tu abbia già trovato la risposta a questa domanda. Perché esistono i problemi di coppia? Perché le persone si mettono assieme ancora prima di conoscersi veramente. Perché in realtà non conoscono nemmeno loro stessi e le loro esigenze. Quando queste, col tempo, emergono prepotentemente, iniziano i casini. Iniziano le insoddisfazioni, i litigi, le frecciatine, i malumori e i tradimenti.

Tanti stanno assieme a qualcuno perché hanno paura della solitudine. Il primo o la prima che capita diventa subito quella giusta. È triste, ma è così. Molte persone nel profondo non hanno fiducia in loro stesse e trovano rifugio nell’altro. Inconsciamente stanno mettendo l’altro al centro del loro mondo. Diventano dei comprimari della loro stessa vita. Non ci credi? Vai su Facebook o Instagram e inizia a leggere le varie frasi che vengono condivise sull’amore. A parte il lato vomitevole e diabetico della cosa, il leitmotiv è sempre e solo quello. Senza di te non posso vivere, tu mi completi, tu sei mio, io non sono niente senza di te e cazzate varie.

Tu sei il centro del tuo mondo

Stampatelo bene in testa. Vuoi capire come risolvere i problemi di coppia? Allora crea delle solide basi: tu sei il centro del mondo. Non è  eccesso di egocentrismo. Non è egoismo. È la realtà. Chi è che sta vivendo la tua vita? Tu, o la tua “dolce” metà? Quando guardi qualcosa, la guardi attraverso i tuoi occhi o attraverso quelli di un’altra persona?

Schema - Come risolvere i problemi di coppia

Quando avrai delle gioie, le gioie saranno tue. Quando vivrai dei dolori, i dolori saranno tuoi. Di nessun altro. Certo, potrai decidere di condividere gioie e dolori con chi vuoi, ma queste sensazioni rimarranno solo tue. Attento quindi, perché non ti sto suggerendo di diventare un solitario rompiscatole. Paradossalmente, quando diventi consapevole che tu sei al centro del tuo mondo, inizi a vivere meglio anche il rapporto con gli altri. Ti toglierai dalle palle le persone che non ti piacciono, ti terrai quelle che ti piacciono e te ne farai di nuove. Interpreta pure come vuoi il verbo fare. 😀 Queste amicizie finalmente ti arricchiranno e non ti depotenzieranno. Come puoi vedere nella figura qui sopra, puoi decidere in quale schema riconoscerti. Chi è al centro del tuo mondo?

Come risolvere i problemi di coppia

Abbiamo visto quali sono le cause, ma come risolvere i problemi di coppia? Voglio essere chiaro e onesto fin da subito con te. Non sempre è possibile. Se tu hai intenzione di cambiare e la tua controparte no, poco ci puoi fare. Solo una cosa si rivelerà una saggia decisione. Lasciarla. Come si suol dire, ci sono tanti pesci nel mare, no? Se l’altro non è disposto a cambiare non è giusto che tu forzi la mano. Ognuno ha i suoi tempi e il suo grado di consapevolezza. In fondo, le relazioni servono a crescere, se uno cresce in modo diverso dall’altro ad un certo punto diverranno incompatibili tra di loro. Lasciarsi sarà solo il via ad un livello successivo di maturazione. Dato che ci piacciono i luoghi comuni: non tutti i mali vengono per nuocere.

Come scoprire se una coppia può risolvere i propri problemi? Nella prossima pagina trovi i 10 comandamenti che ho formulato negli anni e che mi hanno aiutato in ogni mia vecchia (e nuova) relazione. Ah, bada bene. Queste linee guida non sono uno scopiazzamento da fonti varie sparse nel web. È tutto originale e frutto dei miei ragionamenti. Per intendersi, qui non trovi cazzate banali da social network.

FINALMENTE È ARRIVATO

Se non ti piace leggere da Pc o smartphone è pronto l’ebook del Project Excape. Se lo desideri puoi sostenere il progetto leggendo in modo ordinato e cronologico gli articoli più significativi, come se fosse un libro.
Scopri l'ebook

In tutte le librerie digitali come Amazon, Kobo, IBS ecc.

Pagine: 1 2 3

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *