HomeInutile e ripetitivoChe lavoro fare? I 9 punti che ti aiuteranno a scegliere

Che lavoro fare? I 9 punti che ti aiuteranno a scegliere

Immagine Che lavoro fare? I 9 punti che ti aiuteranno a scegliere

Che lavoro fare? Non perdiamoci in chiacchiere, che qui la gente lavora. O meglio, così dicono tutti. Però son tutti che sono alla ricerca di lavoro. In fondo, non è forse vero che l’attesa del lavoro, è essa stessa il lavoro? Campari, red pas… No, scusate, abbiamo sbagliato articolo. Quello sulle marchette era un altro. Via, vediamo ‘sti caz*o di 9 punti.

Che lavoro fare - Studia

Punto primo: studia

Se sei giovane studia, se sei vecchio ammazzatt… ehm, cioè, studia pure tu. Studia, studente, studia. Se vuoi trovare lavoro studia, assorbi pure tutte le inutilità e le storielle che ti insegnano nei tediosi anni scolastici. Lascia perdere i settori umanistici, quelli sono per gli sfigati sognatori. Quelli non pagano. Lascia perdere la filosofia, la letteratura e la poesia. Studia farmaceutica, perché il mondo è malato, e lo sei anche tu. Studia giurisprudenza, perché il mondo è corrotto, e lo sei pure tu. Studia economia, perché il mondo è avido e povero, e lo sei anche tu. Studia quindi, studia. Studia fisica teorica, studia la fisica dei quanti, perché il mondo è un’illusione, e lo sei pure tu.

Che lavoro fare - Curriculum

Punto secondo: corri dietro al curriculum

Invia curriculum a destra e a manca, e anche a sinistra se ci riesci. Spediscine senza sosta! Forse nessuno ti risponderà, ma in compenso avrai fatto un’ottima esperienza in qualità di postino. Che lavoro fare? Il postino! Quindi lo step successivo è quello di recapitare il tuo curriculum alle poste. Se nemmeno lì ti assumono ammazzat… ehm, no, cioè, la colpa è che non sai fare i curriculum.

Se cerchi lavoro devi imparare a rendere il tuo curriculum sempre diverso. Si deve adattare ad ogni tipo di azienda. Ma così non rischio di passare l’intera vita a compilare curriculum? Chi lo trova poi il tempo di lavorare?
Non hai tutti i torti, ma così avrai fatto una notevole esperienza di “compilatore di curriculum”. Potrai aiutare gli altri a farlo, potrai finalmente aprire il tuo studio di compilatore di curriculum. Inoltre, per rendere il documento consono a ogni tipo di azienda, sarà necessaria una gran fantasia per i dettagli del tuo passato lavorativo (sempre che tu ne abbia uno).

Se speri che ti assumano al supermercato sotto casa tua dovrai scrivere che i tuoi genitori ti hanno cresciuto all’interno di un magazzino. Magari anche che i tuoi più grandi interessi e hobby sono imbustare le zucchine e togliere il grasso dalle bistecche. Se invece desideri lavorare alla Mulino Bianco puoi affermare di essere il nipote di Banderas o di Rosita. Per farla breve, devi inventarti un mucchio di balle e innalzare le tue doti. Sii sicuro e superbo, nei curriculum e nei colloqui ripaga sempre.

Che lavoro fare - Apprendista con esperienza

Punto terzo: diventa un apprendista con esperienza

Fare esperienza senza farla, niente di più facile. Se per qualche inconcepibile motivo non ci riesci, allora usa l’immaginazione. Immagina, puoi. Così puoi sempre dire che l’esperienza l’hai maturata nella tua testa. Hai sperimentato molte ore di visualizzazione. Se vuoi una mano puoi serviti del nostro metodo. Lo trovi nella serie Gioca con la realtà.

Altro spunto può essere la realtà virtuale. Puoi fare esperienza virtualmente, ma non so se troverai dei visori che ti possano calare nella realtà dell’imbianchino, della segretaria, del manager, del meccanico ecc. E allora prova con i videogiochi. Sì, fai esperienza coi videogiochi. Possono sempre assumerti come ladro di macchine o come guerriero spaziale. Se questi lavori non ti piacciono, prova con l’assassino di draghi. C’è grande richiesta. E ti chiedi ancora che lavoro fare?

Che lavoro fare - Imprenditore di te stesso

Punto quarto: diventa imprenditore di te stesso

Ti consiglio di diventare imprenditore di te stesso. Dai vita alla tua impresa, che ti frega se cerchi lavoro perché non hai una lira e per logica non hai nemmeno i soldi per investire nel tuo progetto. Non servono i soldi. Inventati una nuova mansione. Prendi spunto dal terzo punto. Diventa un assassino di draghi. Apri il tuo studio, fai parte di un nicchia più che unica. Conosci forse qualche altro sterminatore di draghi? Su Amazon trovi delle buone armi a prezzi ragionevoli per poter cominciare la tua carriera.

Se l’azione non fa per te ti capisco. Per questo ricordati comunque che c’è sempre la prima idea: il compilatore di curriculum.

Che lavoro fare - Centro anziani

Punto quinto: non andare al centro per l’impiego, vai al centro per gli anziani

Il centro per l’impiego o, come anticamente veniva chiamato, l’ufficio di collocamento, serve a collocarti comodo. Comodo sul divano di casa tua. Il centro per l’impiego dovrebbero chiamarlo ministero per l’impiego, come i grandi ministeri del romanzo 1984. Ricordi i ministeri dell’abbondanza, dell’amore e della pace? Ne abbiamo parlato in 1984, il Grande Fratello di George Orwell. Quello dell’abbondanza si occupa della scarsità, quello dell’amore si occupa della tortura e quello della pace si occupa della guerra. Per logica puoi capire di cosa si occupa il centro, anzi, il ministero per l’impiego.  Vai piuttosto al ministero, ehm, cioè, al centro per gli anziani, lì sì che una occupazione te la trovano. Non hai idea di quanto lavoro ci sia in quei luoghi.

Che lavoro fare - Emigra

Punto sesto: lascia il tuo paese natale

Cosa ti interessa se sei nato qua, se le tue radici e la tua cultura, i tuoi affetti, e i tuoi ricordi sono qua. Prendi e vai. Emigra all’estero, che ormai va di moda. Fa figo, e magari riesci a far carriera. Che ti frega se non sei nemmeno riuscito ad imparare l’italiano, prendi e impara un’altra lingua. Che ti frega se non sei riuscito ad instaurare relazioni degne di nota… e che ti frega della tua famiglia, prendi e vai. Se vuoi lavorare prendi e vai.

Che lavoro fare - Rinuncia ai soldi

Punto settimo: rinuncia ai soldi

Se cerchi lavoro nel senso letterale del termine: lavora gratis. Scommetto che nessuno ti rifiuterà un impiego, anzi, la situazione si invertirà. Saranno le aziende adesso a venire a supplicarti di accettare la mansione offerta. Che lavoro fare? Adesso potrai fare quello che vuoi. Oppure puoi sempre provare ad attrarre denaro, non si sa mai.

Che lavoro fare - Edgar abito

Punto ottavo: diventa una creatura multiforme o serviti di un Edgar-abito

Il modo più intelligente per trovare lavoro e tenerselo stretto è quello di adeguarti al sistema. Dovrai trasformarti in qualsiasi cosa la situazione richieda: il più abile dei bugiardi, il più indomito dei leccaculi, il più meschino dei traditori, dei fasulli, dei ruffiani e via dicendo.

Dovrai snaturare ciò che sei per trasformarti in ciò di cui il sistema ha bisogno in quel momento. Quando il bisogno sarà cambiato, dovrai snaturarti ancora, e ancora, e ancora.

Lascia perdere la serenità, la salute, la felicità. Quelle sono cose che non esistono. Continua quindi a consumare il tuo tempo, la tua vita, te stesso nel cercare di essere il migliore. Competi con gli altri, tanto le probabilità sono a tuo favore, per ora siamo solo 7 miliardi sulla Terra. Continua a sgomitare, a rendere il tuo percorso una tortura, con la promessa di qualche bombolone alla crema, iPad, iPhone, armadio Ikea ecc.

Che lavoro fare - Lamentati

Punto nono: spera, lamentati e rassegnati

Puoi sempre ambire al passivismo. Puoi sempre sperare e aspettare il domani. E poi ancora sperare. Puoi diventare un cultore del lamento. Lamentati così tanto da farne esperienza. Magari in futuro si trasformerà in un lavoro: lamentarsi al posto degli altri. Potrai aprire il tuo studio di lamentoso. Pensa, tutti gli anni trascorsi a lamentarsi saranno serviti a qualcosa. Questo atteggiamento ti potrà essere utile anche se hai o se avrai finalmente trovato lavoro.

Sì, è fantastico. Potrai lamentarti anche quando sarai sul posto di lavoro. Potrai lamentarti del tuo capo rompiballe, dei colleghi nullafacenti, delle troppe ore di lavoro… Potrai lamentarti della tua mansione in generale. Potrai così licenziarti e tornare a lamentarti per essere un disoccupato in cerca di occupazione per poi rileggere questo utile articolo da capo.

Articoli consigliati: Cos’è il talento innato e l’inganno della vocazione professionale. Come diventare ricco? Fai a meno del superfluo. Trovare la pace interiore: vedo me stesso in ogni cosa.

FINALMENTE È ARRIVATO

Se non ti piace leggere da Pc o smartphone è pronto l’ebook del Project Excape. Se lo desideri puoi sostenere il progetto leggendo in modo ordinato e cronologico gli articoli più significativi, come se fosse un libro.
Scopri l'ebook

In tutte le librerie digitali come Amazon, Kobo, IBS ecc.

4 commenti su “Che lavoro fare? I 9 punti che ti aiuteranno a scegliere”

  1. Più andavo avanti con la lettura, più mi veniva il voltastomaco. Ho quasi 50 anni, ho sempre lavorato, ma per una serie di concause ora non trovo un lavoro che mi permetta di VIVERE. La lista di obbrobri che avete postato mi ha fatto ricordare in che schifo di società sto cercando di rientrare, quindi devo RINGRAZIARVI di tutto Cuore……

    1. Alessandro Missana

      Roberta, comunque vada non ti scoraggiare mai… È vero, la nostra società così com’è fa schifo, ma viverci al proprio interno secondo le tue regole è possibile. Prova a dare un’occhiata ad alcuni nostri articoli, lasciaci le tue interpretazione e cerchiamo di crescere assieme. Vedrai che le soluzioni arriveranno!

      1. Ciao Alessandro……ti ringrazio di Cuore per avermi risposto. In realtà non mi scoraggio mai, e se potessi vedermi ti renderesti conto che sprizzo Gioia da tutti i pori. Solo che non voglio ingrassare questo sistema, ed anche se ho bisogno di soldi per vivere, come tutti, preferisco rinunciare a vacanze e vestiti e smartphone ecc ecc piuttosto che piegar la testa e servire da “macchinaproducitasse”….. Ti abbraccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *