HomeCreare la realtàAttrarre denaro? Niente di più ridicolo

Attrarre denaro? Niente di più ridicolo

Immagine Attrarre denaro? Niente di più ridicolo

Attrarre denaro? Niente di più ridicolo fa parte della serie Crea la tua Realtà. Per realizzarla ci sono volute parecchie settimane di lavoro, senza includere gli anni di esperienza che abbiamo maturato per poterne parlare con cognizione di causa. Abbiamo deciso di renderla disponibile per chiunque tramite il Project Excape.

La legge di attrazione, almeno com’era stata divulgata al principio, descriveva una sorta di metodo, o di tecnica, che prometteva di farti raggiungere i tuoi desideri. In pratica, bastava solamente mettersi comodi e cominciare a immaginare il proprio obbiettivo come se fosse già raggiunto, senza preoccuparsi di tutti gli ostacoli che potevano presentarsi nella realtà. Per saperne di più ti lasciamo il link a Wikipedia: The Secret.

Capitolo 1 Attrarre denaro con la legge di attrazione

Parto col dire che il denaro non è realmente ciò che cerchiamo. Sono soltanto un mezzo. Nessuno desidera realmente un mezzo, perché il mezzo è solo un trasporto verso una meta. Questa ormai è una conoscenza che i più esperti del settore già sanno. Ho voluto comunque iniziare l’articolo così, pensando a chi ancora non era a conoscenza di questo fatto.

Ho parlato spesso in precedenza dell’effetto che il luogo in cui viviamo ha su di noi, e di come esso influisca anche nelle ambizioni più intime. Anche in questo frangente si tratta proprio di questo. Il desiderio di denaro origina dal volere del sistema e non dal nostro.

Stai alla larga dagli slogan come attrarre denaro facilmente, attrai soldi velocemente ecc.

Vediamo perché è ridicolo desiderare denaro e cercare di attrarre moneta. Fin dalla genesi dell’universo, il suo fondamento di base è la tendenza all’equilibrio. Quando ci si sposta verso gli estremi, prima o poi si tende sempre ad un perpetuo ritorno al centro. Dopo questa precisazione, focalizzandoci solo sul nostro pianeta, se 99 persone su 100 pensano e desiderano senza sosta i soldi, per effetto della legge universale di equilibrio è normale che quasi nessuno li ottenga. Per intenderci meglio, il canale energetico dei pensieri umani riguardante il denaro è completamente saturo e intasato. Questo è un disequilibrio che viene riportato verso il centro per mezzo del suo contrario. Potete infatti notare come la grande maggioranza di chi ha continuamente i soldi in testa sia perennemente squattrinato.

Viviamo in un sistema basato sul denaro

Questo è un pensiero che irretisce un po’ tutti, perché il funzionamento del sistema si basa sulla moneta. Per questo 99 persone su 100 emettono energia in direzione di quei pezzetti di carta,  sia in maniera diretta che indiretta. Se la mattina ci svegliamo col pensiero “che noia, anche oggi devo andare al lavoro” indirettamente emettiamo energia verso i soldi, perché sono il vero fine di tutte le ore trascorse in maniera ripetitiva mentre ci adeguiamo a mansioni che spesso non sentiamo nostre.

È inutile negarlo, quasi ogni nostro pensiero e azione è strettamente collegata ad attrarre denaro in qualche modo, che sia diretta o indiretta, consapevole o inconsapevole. Questo lo si può riscontrare in ogni settore della vita. Lavoro, rapporti, cosa mi conviene in quell’amicizia, da quella relazione, da quella conoscenza. Le persone, gli amici, il partner diventano proprietà e fonti di guadagno in ogni più disparata sfaccettatura. Perfino i nostri obiettivi più sentiti vengono continuamente relazionati al denaro. Questo è uno dei più grandi errori che si possono commettere nella pratica con la legge di attrazione.

Finiamola di trasformare i nostri desideri in unità monetarie

Gli uomini odierni vivono in una situazione di incessante ansia scaturita dalla rincorsa al denaro. Questo fatto, oltre che a generare ansia e stress, è uno dei tanti modi utili per sprecare energia. Se ogni giorno dedichiamo la nostra vita a questi pezzettini di carta, come speriamo di riuscire a prendere ciò che veramente desideriamo? Attrarre denaro non è la soluzione!

Abbiamo lasciato la via più semplice e diretta per dare ascolto ai bisogni della coscienza del sistema. Ecco un esempio concreto per facilitare la comprensione.

Un esempio concreto

Giovanni decide di cambiare il proprio impianto di riscaldamento sostituendolo con uno più efficiente ed ecologico. Ma purtroppo le cifre del conto bancario non gli permettono di concretizzato questo obiettivo. Così, il nostro protagonista darà avvio allo spreco delle proprie risorse energetiche nel cercar di accaparrare moneta. Eppure, come ho già detto, il canale energetico del denaro è intasato.

Mettiamo che al mondo ci siano 6 miliardi di persone che desiderano moneta. Per effetto della legge universale di equilibrio la maggior parte di questi 6 miliardi rimarrà a bocca asciutta. Al contrario, concentrandosi su un determinato impianto le possibilità di realizzazione aumentano enormemente, perché il canale energetico di questo pensiero sarà molto più libero. Tenendo conto di quante persone al mondo vogliano in quel determinato periodo di tempo uno specifico impianto di riscaldamento, si capisce il vantaggio di indirizzare i propri pensieri (e quindi le azioni) verso quest’ultima meta. Mettiamo che oggi in tutto il mondo siano mezzo milione le persone che desiderano quest’oggetto, contro i 6 miliardi che desiderano i soldi. Conoscendo la legge d’equilibrio non vi sembra più logico porre l’attenzione sul primo caso?

Viviamo in un mondo in cui tutti cercano i soldi. In cui tutti cercano di essere ciò che non sono. Pertanto, in tutta probabilità, si allontaneranno dal loro intrinseco sentiero, non riuscendo ad ottenere nulla di ciò che vogliono e complicandosi la vita nei modi più stupidi. Chi invece si farà beffe dei soldi, non dando loro nessun tipo di importanza speciale, ma vedendoli per ciò che realmente sono, non avrà mai o quasi mai problemi di liquidità. Non si dovrà più sforzare per attrarre denaro. Anzi, molte volte, non si sa bene come, il denaro gli arriverà senza compiere sforzi alcuni. Non è fantasia caro (e forse) incredulo lettore. È tutto testato concretamente.

VAI AL CAPITOLO 2

FINALMENTE È ARRIVATO

Se non ti piace leggere da Pc o smartphone è pronto l’ebook del Project Excape. Se lo desideri puoi sostenere il progetto leggendo in modo ordinato e cronologico gli articoli più significativi, come se fosse un libro.
Scopri l'ebook

In tutte le librerie digitali come Amazon, Kobo, IBS ecc.

3 commenti su “Attrarre denaro? Niente di più ridicolo”

  1. Certe riflessioni sono più che giuste,
    ma in linea di massima credo che il ragionamento “siamo 6 miliardi di persone che vogliono soldi…intasiamo il canale” , vada contro gli stessi principi della legge d’attrazione.
    Voglio dire se pensi che siamo in troppi per essere tutti ricchi, significa che tu non ci credi , di conseguenza tutti quelli che ragionano come te non saranno mai ricchi seguendo la legge dell’attrazione , ma magari quelli che ci credono e basta , funizonerà esattamente come per le altre cose.
    Poi che bisogna stare attenti a sempre a cosa si desidera , e con quale spirito lo si fa, è fuor dubbio.
    Ma se una persona onesta, non avara, sincera , richieda di attrarre una determinata cifra , io non ci vedo tutto questo problema

    Il libro the “secret” è tratto da un altro libro che si chiama “La scienza del diventare ricchi”.
    Il punto è che

    1. Andrea Di Lauro

      Buongiorno, rispondo in ritardo perché mi era sfuggito il commento. Ciò che dici è giusto, infatti io non credo alla Legge di attrazione così come è stata spiegata. Parlando per me, ho quasi sempre riscontrato risultati tangibili nel personalizzare i metodi.
      Comunque, in realtà, nessuno vuole i soldi, ma ciò che possono offrire. Il ragionamento sull’intasamento del canale energetico poi è una speculazione a cui si può credere o meno. In merito a questo, solo il primo a dire di non aver nessuna prova concreta da dimostrare 😉

  2. Interessante analisi. Andando anche alla ricerca di cosa si diceva in merito alla legge di attrazione anni prima del libro e film The Secret, che per alcuni motivi andrebbe chiamata legge di risonanza, ho trovato spiegazioni che più sentivo vere. Parlo per mia esperienza, perchè ognuno ha la sua e diventa interessante condividerle, ma il principio che più mi ha colpito è che non attraiamo ciò che vogliamo ma quello che siamo. Ho cominciato a sperimentare questa piccolo ragionamento dalle cose piccole, cercando di non farmi influenzare dalle cose circostanti, lasciando per esempio la tv sempre spenta per mesi, lasciare tossiche relazioni e persone, e cercare di focalizzarmi sulle cose che ho di cui essere grato e che mi mettono sempre di buon umore e sorridere e scambiare chiacchiere con chiunque. Risultato? le persone con cui avevi qualche diverbio hanno cambiato il modo di porsi a me, altri si sono definitivamente allontanati, altri ti cercano perchè hanno piacere a parlare con me. Sui soldi ho sperimentato il fatto che tanto più non ci pensavo, tanto più arrivavano e stavo bene perchè erano sufficienti per tutto quello che volevo fare…ecco il vero limite, perchè pensare a fare di più porterebbe più entrate senza accorgertene. Quando invece mi sono lasciato trasportare dai problemi e quello che c’era da pagare e che non erano mai sufficienti…e che ve lo dico a fare!!! Continuiamo il viaggio facendo tesoro sempre degli errori passati, che talvolta ritornano, sin quando non si commettono più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *